Newsletter

Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli e sulle nostre attività?

Iscriviti alla nostra Newsletter

L'editoriale

barra1

 

C. A. Rinolfi: 

Gilet gialli a Parigi e giovani volti a Milano

 

Green Economy

barra1

 

franca castellini_2F. Castellini Bendoni: 

Un nuovo alfabeto per la scuola

 

Nutrizione e omotossicologia

barra1

 

D. Mainardi: 

Disbiosi intestinale: probiotici e prebiotici

Web poetry lab: La Natura, di Concetta Maglia

Il cambiamento del clima solleva il tema del rapporto che connette l’uomo alla natura. I poeti  ascoltano più di tutti lo spirito del tempo e per questo abbiamo chiesto a un gruppo di webpoeti amici di Mondohonline di inviarci una loro poesia su questo tema. 

 

Ecco quella di  Concetta Maglia 

 

      Perché non ci accorgiamo
      quasi mai
      delle stelle
      sono così piccole
      e discrete
      - non hanno pretese - 

      forse perché
      non sappiamo
      che guardarci i piedi 
      o non alziamo più
      lo sguardo

      non c'è paragone 
      con la maestosa
      importante luna
      che taglia il cielo
      in due
      come avesse diritto
      di regnare 
      stanotte
      prima di dormire
      le ho viste
      - minuscoli puntini - 
      come occhi pieni
      di dolcezza 

      brillano fioche
      e tremule
      umili modeste 
      malinconiche
      e tanto tanto
      belle.

 

 Concetta Maglia 

(@C.M.) Catania – marzo 2019

 

6 commenti per Web poetry lab: La Natura, di Concetta Maglia

  • Francesco Floris

    Bravissima questa Concetta Maglia, lieto di fare la sua conoscenza. 👍☺

  • Augusto

    Molto bella la poesia.mi ricorda le serate passate nei rifugi in alta montagna osservando la meraviglia della volta stellare.

    • Concetta Maglia

      Una meraviglia che non finisce mai di stupire..
      Grazie Augusto, lieta di sapere che trovi questo mio modesto scritto bello

  • carlo alberto rinolfi

    sono gli occhi di chi vede nella natura la manifestazione di sentimenti : delicati per le piccole stelle e prorompenti per la grande luna.
    La natura qui non è l’infinito dei romantici , richiama la presenza di divinità arcaiche che vivono nei cieli .
    Divinità che sentono, vivono, partecipano allo stato d’animo degli umani che ancora hanno occhi per guardarle.
    Molto delicata e umana questa natura che ci accompagna in simbiosi emozionale da millenni nella nostra avventura.

    • Concetta Maglia

      Caro Carlo Alberto, I sentimenti profondi e veri sono l’anima dell’umanità e la Natura è l’anima ancestrale di tutte le cose, basta fermarsi un momento, alzare gli occhi al cielo e percepire tutto l’amore che c’è, dentro e fuori di noi, anche dopo che saremo passati a vite e dimensioni diverse.. credo che dovremmo tutti avere la forza e il coraggio di ascoltare il nostro cuore.. Un saluto affettuoso

Rispondi a Augusto Cancella

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.