Newsletter

Vuoi essere aggiornato sui nuovi articoli e sulle nostre attività?

Iscriviti alla nostra Newsletter

L'editoriale

barra1

 

C. A. Rinolfi: 

Gilet gialli a Parigi e giovani volti a Milano

 

Green Economy

barra1

 

franca castellini_2F. Castellini Bendoni: 

Un nuovo alfabeto per la scuola

 

Nutrizione e omotossicologia

barra1

 

D. Mainardi: 

Disbiosi intestinale: probiotici e prebiotici

Web poetry lab: La memoria dei sassi, di Concetta Maglia

Il cambiamento del clima solleva il tema del rapporto che connette l’uomo alla natura. I poeti  ascoltano più di tutti lo spirito del tempo e per questo abbiamo chiesto a un gruppo di webpoeti amici di Mondohonline di inviarci una loro poesia su questo tema. 

 


Ecco la poesia di  Concetta Maglia

Saranno pietre e sassi
scalini scoscesi
a scendere 
sempre più in basso

saranno voli
ormai immaginari
coperte che non scaldano
d'inverno
sole che brucia troppo
d'estate
venti di burrasca
a scuotere i silenzi

ogni tanto
un ricordo
un sospiro amaro
di rimpianto
di duro disincanto
una carezza trattenuta
un bacio impossibile
da dare

saranno mani intrecciate 
in un perfetto incastro
che non potranno più
sfiorarsi
toccarsi 
tramonti e lune
da guardare da distanze
gigantesche e impietose
mentre si va comunque
avanti per diverse strade

cuori dispersi 
nella fitta nebbia
dell'oblio
che cancella il bello
che c'era stato
un tempo.

Concetta Maglia 

(@C.M.) Catania – luglio 2019

 

Commenta

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.